Goat Simulator GoatZ

Goat Simulator GoatZ DLC

Inizia l'invasione zombie… e la colpa è tutta di una capra!

Una capra pazza e un gruppo di zombie… questo è in breve Goat Simulator GoatZ, DLC del famoso gioco di Coffee Stain che, con questo titolo, ci introduce nel bel mezzo di un’epidemia zombie. Visualizza descrizione completa

PRO

  • Stupenda parodia del genere zombie
  • Ambientazioni migliori di Goat Simulator
  • Nuove meccaniche di gioco
  • Umore surrealista

CONTRO

  • Senza obiettivi chiari
  • Controlli che richiedono pazienza e... poche domande

Molto buono
8

Una capra pazza e un gruppo di zombie… questo è in breve Goat Simulator GoatZ, DLC del famoso gioco di Coffee Stain che, con questo titolo, ci introduce nel bel mezzo di un’epidemia zombie.

Vuoi spargere il caos in città come agente patogeno o preferisci essere vittima dell’ecatombe dei non morti? Qualunque sia il tuo ruolo in questa storia lo potrai vivere in prima persona in GoatZ.

Prima di iniziare, però, ricorda che per poter giocare a GoatZ avrai bisogno del gioco completo di Goat Simulator.

DayZ impazzisce

Come potrai immaginare, il fatto che questo DLC di Goat Simulator si chiami GoatZ non è un caso; si vede lontano un miglio che la fonte di ispirazione del titolo è stata DayZ, il famoso gioco open world con tematica zombie, un successone su Steam. Ispirazione o parodia che sia, Goat Simulator continua a prendersi gioco di tutto e di tutti, persino di sé stesso.

Come DayZ, Goat Simulator è un sandbox, cioè un gioco con libertà di movimento in un mondo aperto: muovi la capra dove vuoi e fargli fare le pazzie più impensabili. Per fare ciò potrai contare su due modalità di gioco: Before Outbreak e After Outbreak.

In Before Outbreak la nostra capra favorita si sveglia dalla tomba con un chiaro obiettivo: disseminare il caos con infezioni zombie contro qualsiasi essere vivente con cui si imbatte. La nostra cara amica, pertanto, sarà proprio la causa dell’invasione.

In After Outbreak l’universo di Goat Simulator è già invaso da non morti e il tuo obiettivo sarà sopravvivere ricorrendo le varie ambientazioni come preferisci.

Ad eccezione di Before Outbreak, entrambe le modalità puntano allo stesso obiettivo: sopravvivere all’epidemia il maggior numero di giorni possibile, senza obiettivi chiari (nonostante la presenza di achievement sbloccabili), facendo stupidaggini, disseminando il caso… in definitiva lasciandoti sedurre dalla fisica assurda e gli eventi aleatori che appariranno sul tuo cammino.

Sopravvivere a un’invasione zombie è facile… se sai come farlo

Se hai già giocato a Goat Simulator non ti risulterà complicato comprendere il sistema di controllo del suo DLC GoatZ: muoverai la capra allo stesso modo, con i controlli direzionali e quelli per saltare, dare testate e altri movimenti, compreso l’uso della lingua per afferrare persone e oggetti. La novità è data da alcune azioni che hanno a che vedere con le nuove variabili del gioco.

Ora dobbiamo anche preoccuparci di non far soffrire la fame alla capra o fare in modo che non muoia, due azioni che sono rappresentate da due nuove icone. Per queste sarà necessaria la nuova interazione con la lingua che ora non serve solo per afferrare oggetti, ma anche per mangiare tutto quello che si trova per il cammino, essenziale per non morire denutrita.

Un’altra azione nuova è quella del contagio zombie mediante i belati che, nonostante tu sia zombie, non ti esoneranno dall’essere attaccato dal personaggio che hai appena contagiato. Qui avrai quindi bisogno sempre e comunque delle tue abilità per fuggire o attaccare.

Nonostante possa uccidere zombie a testate, scalciando o con oggetti ottenuti grazie alle mod, GoatZ offre un nuovo sistema di creazione di oggetti per consentirti di equipaggiarti bene ed essere pronto a qualsiasi evenienza. Anche qui torna ad apparire l’ombra di DayZ (o di Dead Rising, o altri giochi zombie) per offrirci l’opzione di crafting. Una volta creati gli oggetti, potrai aggiungerli al tuo equipaggiamento e usarli con il pulsante di azione. Che ti sembra se facciamo fuori un bel po’ di morti viventi lanciando gomme da masticare sferiche?

Purtroppo però non è tutto oro quel che luccica. Nonostante la presenza di queste nuove meccaniche di gioco che ravvivano un po’ questo titolo, il controllo di GoatZ è tutt’altro che buono, come accade anche nel gioco originale. Muovere la capra per i vari scenari può essere una tortura, per non parlare dell’azione di puntare un obiettivo o sparargli contro. O ancora far guidare alla capra un’auto (ebbene sì, la capra può anche guidare!). Ma realmente importa? Conosciamo già Goat Simulator con i suoi difetti e bug, e comunque ce ne siamo innamorati. Se quel che vuoi sono dei controlli accurati… allora per te è meglio passare a GTA 5.

A livello grafico, Goat Simulator mantiene lo stesso stile del gioco originale, nonostante le nuove scenografie ambientate in un mondo zombie e con distanze più ampie rispetto al suo predecessore. Non siamo sicuramente dinanzi a un gioco dalla grafica next-gen, né si può dire che la città invasa dagli zombie ci lasci impressionati.

Per quanto riguarda la musica, il gioco mantiene la melodia originale con l’aggiunta di variazioni più pesanti. Sono presenti anche gli stessi suoni della capra e dei pedoni spaventati.

Se vuoi rompere qualsiasi schema, questo è il tuo gioco

Goat Simulator GoatZ include tutti gli elementi che hanno reso celebre il gioco originale: un personaggio carismatico, un mondo aperto in cui fare pazzie e una fisica completamente irreale.

Se a questo vi aggiungiamo una comitiva di zombie, le interazioni reciproche, la parodia al genere e le sorprese a tutto spiano, siamo dinanzi a un titolo raccomandatissimo per chi cerca un passatempo senza grandi pretese. Se sei uno fra questi, se adori il surrealismo, non esitare a scaricare GoatZ.

Se invece ami il realismo e i controlli precisi, stai alla larga da questo gioco, come faresti da una orda di zombie.

Goat Simulator GoatZ

Download

Goat Simulator GoatZ DLC